Shelf life secondaria: i dati definitivi del progetto Unimore

Si è appena concluso il progetto “Shelf Life Secondaria”, realizzato da un team dell’Università di Modena e Reggio Emilia (UniMORE) sotto la guida di Fabio Licciardello, co-finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole, Agroalimentari e Forestali (MiPAAF), in seno al bando per il finanziamento di progetti innovativi, per la limitazione degli sprechi e l’impiego delle eccedenze alimentari.
Il progetto intende evidenziare il legame tra spreco a livello domestico e periodo di vita utile dopo la prima apertura delle confezioni (la shelf life secondaria, appunto), partendo dal presupposto che spesso i prodotti non vengono consumati interamente per sopraggiunti limiti di conservabilità domestica.
Il GSICA è lieto di contribuire alla diffusione dei risultati del progetto, il cui ambito è perfettamente in linea con gli interessi scientifici del Gruppo, mettendo a disposizione un articolo scientifico appena pubblicato, dal titolo: “Domestic use simulation and secondary shelf life assessment of industrial pesto alla genovese” (Foods 2021, 10, 1948).

É possibile scaricare il lavoro integrale, in modalità open access,attraverso il link: https://doi.org/10.3390/foods10081948
Al seguente link è possibile trovare una sintesi del lavoro:https://encyclopedia.pub/14815